Liquidità al sistema produttivo: proposte garanzie fino al 100% del credito

TeamAIUTI DI STATO, Finanza - Primo Piano

Assicurare liquidità al sistema produttivo è il prossimo passo proposto dal Governo, dopo il via libera UE al nuovo allentamento delle regole sugli aiuti di Stato.

Il Ministro Stefano Patuanelli, tramite canali social, ha ribadito l’impegno del Ministero dello Sviluppo Economico a favore delle imprese italiane.

In particolare, dopo il via libera UE al nuovo allentamento delle regole sugli Aiuti di Stato pubblicato il 5 aprile, e in attesa del della manovra di Aprile che rafforzerà le misure CuraItalia già presenti, il Ministro ha dichiarato nuove misure.

Liquidità al sistema produttivo: potenziamento del Fondo di Garanzia

Si prevede nel brevissimo tempo di potenziare l’attuale Fondo di Garanzia per le PMI con un netto snellimento burocratico, la dotazione di circa 7 miliardi da qui alla fine dell’anno e la capacità di generare circa 100 miliardi di Euro di liquidità per le aziende fino a 499 dipendenti.

La dichiarazione del Ministro

Abbiamo sempre detto che in questa emergenza saremmo stati al fianco delle nostre imprese e avremmo fatto tutto il necessario per sostenerle. Oggi confermo quell’impegno, manteniamo la parola data. Sappiamo bene che la loro grande necessità è quella di vedersi garantita la liquidita ed è per questo che il Ministero dello Sviluppo Economico potenzierà l’attuale Fondo di Garanzia per le PMI con un netto snellimento burocratico, la dotazione di circa 7 miliardi da qui alla fine dell’anno e la capacità di generare circa 100 miliardi di Euro di liquidità per le aziende fino a 499 dipendenti.

Con questi interventi, il Fondo diventa uno strumento poderoso a supporto della PMI, a tutela di imprenditori, artigiani, autonomi, a salvaguardia dell’export e di tutti quei settori che costituiscono il cuore pulsante, la spina dorsale del nostro sistema produttivo.

Il Fondo agirà su tre filoni principali:

  • garanzia al 100% per i prestiti fino a 25.000 euro, senza alcuna valutazione del merito di credito;
  • garanzia al 100% per i prestiti fino a 800.000 euro, con la valutazione del merito di credito;
  • per i prestiti fino a 5 milioni di euro garanzia al 90%, potendo arrivare al 100% con la controgaranzia dei Confidi, con la valutazione del solo modulo economico-finanziario. Quindi si tiene conto soltanto della situazione finanziaria pre-crisi, senza considerare il modulo andamentale.

Inoltre:

  • non ci sarà alcun costo di istruttoria della pratica;
  • sono ammesse anche le imprese con numero di dipendenti non superiore a 499.

Conclusioni

L’effetto leva di questo strumento è stimato in 1 a 14 e consentirebbe alle imprese del nostro Paese di avere la liquidità oggi, in questo momento di difficoltà, e di potersi rilanciare domani. L’intero pacchetto verrà presentato al prossimo Consiglio dei Ministri, assieme alla nuova normativa sul Golden Power che coinvolgerà anche le PMI e le filiere produttive del nostro Paese.

La strada da percorrere per uscire da questa emergenza è ancora lunga ma il Governo non smetterà mai di sostenere le nostre imprese e, con esse, i lavoratori.

Fonte: Facebook

#CuraItalia

Gli esperti Mendelsohn sono all’opera per portare avanti le domande #CuraItalia incentivi! Contattaci!