Ricerca e Sviluppo per l’economia circolare: nuovo bando a sportello

TeamECONOMIA CIRCOLARE

Ricerca e Sviluppo per l’Economia Circolare: pubblicati i criteri, le condizioni e le procedure per le agevolazioni a sostegno di progetti nell’ambito dell’economia circolare

Obiettivo del Mise è favorire  le imprese e i Centri di Ricerca che presentino progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale finalizzati alla riconversione produttiva delle attività economiche nell’ambito dell’Economia Circolare.

Con questi finanziamenti per l’economia circolare si vuole incentivare la sperimentazione di soluzioni innovative e sostenibili: prodotti più durevoli e concepiti per avere una seconda vita, attraverso il miglioramento del ciclo produttivo e il recupero degli scarti.

I progetti ammissibili

I progetti devono prevedere attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, finalizzate alla riconversione produttiva delle attività economiche attraverso la realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti.

Ogni progetto d’investimento deve essere compreso tra un minimo di 500.000 euro e un massimo di 2 milioni di euro.

Centrale lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali, relative a:

  • innovazioni di prodotto e di processo in tema di utilizzo efficiente delle risorse e di trattamento e trasformazione dei rifiuti, compreso il riuso dei materiali in un’ottica di economia circolare o a «rifiuto zero» e di compatibilità ambientale (innovazioni eco-compatibili);
  • progettazione e sperimentazione prototipale di modelli tecnologici integrati finalizzati al rafforzamento dei percorsi di simbiosi industriale, attraverso, ad esempio, la definizione di un approccio sistemico alla riduzione, riciclo e riuso degli scarti alimentari, allo sviluppo di sistemi di ciclo integrato delle acque e al riciclo delle materie prime;
  • sistemi, strumenti e metodologie per lo sviluppo delle tecnologie per la fornitura, l’uso razionale e la sanificazione dell’acqua;
  • strumenti tecnologici innovativi in grado di aumentare il tempo di vita dei prodotti e di efficientare il ciclo produttivo;
  • sperimentazione di nuovi modelli di packaging intelligente che prevedano anche l’utilizzo di materiali recuperati;
  • sistemi di selezione del materiale multileggero, al fine di aumentare le quote di recupero e di riciclo di materiali piccoli e leggeri.

Le Agevolazioni per l’Economia Circolare

Le agevolazioni sono concesse sotto forma di finanziamento agevolato, entro il 50% dei costi ammissibili, in presenza di un finanziamento bancario a copertura di almeno il 20% delle spese.

Al finanziamento si aggiunge un contributo diretto alla spesa:

  • per le imprese di micro e piccola dimensione fino al 20% delle spese ammissibili;
  • fino al 15% per le imprese di media dimensione,
  • fino al 10% per le imprese di grande dimensione.

Le risorse disponibili, gestite nell’ambito del Fondo per la crescita sostenibile, ammontano a 150 milioni di euro. Sono inoltre previste due riserve per i progetti delle PMI e delle reti di imprese nell’intero territorio nazionale, e per i progetti nel Mezzogiorno.

Come partecipare al bando

Con apposito decreto direttoriale, il MISE stabilirà la data di presentazione delle domande di agevolazione da parte dei soggetti interessati.

Le agevolazioni saranno concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello.

Mendelsohn presenterà le domande dei propri clienti all’apertura dello sportello!

RICERCA E SVILUPPO PER L'ECONOMIA CIRCOLARE

Bando a sportello in autunno

Contatta gli esperti Mendelsohn per valutare il tuo progetto!