Il piano di innovazione per Industria 4.0

Sei qui:/Il piano di innovazione per Industria 4.0

Innovare in ottica Industria 4.0

Industria 4.0: tanta acqua è passata sotto i ponti da quando ne abbiamo parlato per la prima volta in questo blog. Dopo il lungo bla bla mediatico che precede sempre questi eventi epocali e la presentazione del Piano governativo per Industria 4.0, che si profila come il primo vero intervento di politica industriale da molti anni a questa parte, si può dire che siamo finalmente in piena quarta rivoluzione industriale.

Digitalizzazione e connettività sono le parole chiave di Industria 4.0

Per comprendere cosa sta succedendo e come accedere ai benefici di questo fondamentale processo di innovazione partiamo dall’esame delle cosiddette tecnologie abilitanti. Si tratta in gran parte di tecnologie già largamente disponibili nelle imprese e che fanno riferimento alla progressiva digitalizzazione di tutti i processi aziendali e alla connettività sempre più spinta raggiungibile con le reti di nuova generazione.

Tecnologie abilitanti come sensoristica a basso costo, software sempre più sofisticati, big data e data analytics, cloud computing, robotica ed automazione avanzata possono essere già presenti in una fabbrica ma in ottica 4.0 sono strettamente interconnesse tra loro rendendo il processo produttivo estremamente flessibile, riducendo costi, incrementando efficienza e competitività, favorendo anche nelle industrie manifatturiere più complesse la cosiddetta customizzazione di massa (realizzazione anche in piccoli lotti di diversi prodotti nello stesso impianto).

In altri termini, la quarta rivoluzione industriale mira a fare della fabbrica una struttura perfettamente integrata nell’ecosistema in cui opera, in grado di reagire in tempi brevi (time to market) alle sollecitazioni che vengono dai mercati e più in generale dalle macro tendenze dell’ambiente esterno (nuovi mercati emergenti, cambiamento demografico, cambiamento climatico, scarsità delle risorse, avanzamento tecnologico).

Il piano di innovazione per Industria 4.0

Come funziona la fabbrica 4.0

A colpo d’occhio ecco come funziona la fabbrica 4.0.

Le informazioni e i dati statistici relativi al mercato di riferimento e all’ambiente esterno sono immediatamente disponibili ed aggiornati day by day. Le analisi e le elaborazioni della funzione marketing producono rapidamente decisioni ed istruzioni per la creazione, progettazione ed ingegnerizzazione di nuovi prodotti, la personalizzazione di quelli esistenti ed altre eventuali modifiche relative ai lotti di produzione.

Seguendo le istruzioni di marketing, l’impianto produttivo configura in modo automatico macchine e robot per i lotti di produzione predefiniti. La produzione procede lungo tutto il processo produttivo senza fermi macchina grazie alla manutenzione preventiva e predittiva possibile con l’uso di appositi sensori e scambia informazioni con tutte le altre funzioni aziendali per definire l’acquisto di materie prime e servizi, il packaging del prodotto finito, la pallettizzazione automatica e la consegna al cliente intermedio e finale.

I fornitori delle materie prime dei prodotti della fabbrica 4.0 sono connessi a quest’ultima attraverso una rete di nuova generazione e possono ricevere automaticamente gli ordini relativi ai loro prodotti e dimensionare i relativi lotti di produzione riducendo a zero le immobilizzazioni di magazzino per sé e per la fabbrica 4.0.

Ma non basta. I prodotti utilizzati dai clienti sono in grado di trasmettere continuamente informazioni alla funzione marketing della fabbrica 4.0, segnalare eventuali criticità nella distribuzione del prodotto e nella soddisfazione del cliente, suggerire eventuali miglioramenti e personalizzazioni della produzione.

La fabbrica 4.0 è perfettamente integrata anche con i sistemi informativi di altre strutture pubbliche e private e scambia con loro informazioni in tempo reale in grado di ottimizzare tutti gli altri aspetti fiscali, finanziari, assicurativi e legali dell’attività produttiva.

Cosa si deve fare per innovare in ottica Industria 4.0?

Non esiste un percorso uguale per tutte le imprese per un motivo molto semplice: ogni impresa ha, per così dire, una sua maturità digitale e quindi la prima domanda che bisogna porsi è: a che punto è il livello di digitalizzazione della mia impresa? Poi subito dopo: a che punto sono con la riqualificazione ed ammodernamento del parco macchine e tecnologico della mia fabbrica? Ancora: ho al mio interno le risorse umane e le competenze necessarie per realizzare e gestire questo tipo di innovazione?

Nelle esperienze già in corso, pur essendo emerse alcune attività che devono far parte sicuramente della roadmap di una impresa che voglia innovare in ottica Industria 4.0, ha assunto una importanza fondamentale la necessità di elaborare un vero e proprio piano di innovazione che definisca il percorso e stabilisca chi, cosa, come e quando di ogni singolo intervento.

Questa esigenza si pone in modo anche più stringente nei processi di innovazione implementati dalle PMI.

Il piano di innovazione per Industria 4.0

Perché un piano di innovazione

L’ultima analisi che la Commissione europea ha pubblicato sull’Italia, ha esposto dei dati preoccupanti sulla situazione economica del nostro paese.

In particolare la UE, tra gli altri aspetti critici, sottolinea il seguente aspetto:

  • Scarsa produttività dell’industria, in particolare modo delle PMI italiane.

La PMI tipo italiana è nata negli anni 60/70 e ancora oggi è appesantita dalle seguenti caratteristiche:

  • Scarsa propensione ad innovare dell’imprenditore fondatore
  • Difficile passaggio generazionale
  • Scarse risorse finanziarie da dedicare agli investimenti
  • Dotazione tecnologica obsoleta (macchinari, linee di produzione)
  • Scarsa organizzazione della produzione e comunque di tutte le aree aziendali (finanza in primo luogo)

Per migliorare la situazione delle nostre PMI occorre dunque intervenire su tutti questi aspetti bloccanti, con l’introduzione di un nuovo modello di organizzazione aziendale, un sistema nervoso che organizzi le conoscenze e le tenga in continuo collegamento, al fine di consentire all’imprenditore di prendere decisioni consapevoli e in tempo reale per la crescita della sua impresa sul mercato.

Un sistema nervoso che elabora le informazioni ricevute dal cliente (bisogni), per tradurle in beni e servizi che lo soddisfino, attraverso una serie di decisioni supportate sempre da informazioni provenienti in continuazione da ogni macchinario, da ogni impianto, da ogni persona coinvolta nel processo produttivo aziendale, elaborandole e consentendo quindi la riprogrammazione in tempo reale del processo esistente.

Dal punto di vista tecnologico, questo obiettivo è oggi facilmente raggiungibile attraverso un sistema di sensori collocati nei punti strategici nei quali sorge l’informazione, che trasmettono dati ad un sistema di elaborazione (utilizzando protocolli standard già esistenti), che restituisce ipotesi di lavoro, simulazioni e soluzioni al management in ciclo continuo.

L’aumento della produttività industriale è dietro l’angolo.

Mendelsohn ha creato, nel corso di questi anni, la Rete professionale più qualificata e attrezzata, sia sotto il profilo finanziario (Accesso ai capitali e Ingegneria finanziaria), sia sotto quello squisitamente tecnologico (Progetti di Ricerca e Innovazione), per assistere le PMI in questo fondamentale processo di innovazione.

Piano di Innovazione Mendelsohn
Chiedi subito informazioni per creare il tuo Piano di Innovazione

OK INIZIAMO

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LASCIATI ISPIRARE!

Per avere sempre a portata di mail informazioni utili per sviluppare e innovare la tua impresa iscriviti alla nostra Newsletter:

Iscrizione