Bando Horizon 2020, 180 milioni per ricerca e sviluppo

Sei qui:/Bando Horizon 2020, 180 milioni per ricerca e sviluppo

Bando Horizon 2020 – PON I&C 2014-20

L’intervento del Programma operativo nazionale Imprese e competitività 2014-2020 FESR in favore di progetti di ricerca e sviluppo negli ambiti tecnologici identificati dal Programma quadro di ricerca e innovazione Orizzonte 2020 è stato disciplinato con decreto ministeriale 1 giugno 2016.

La dotazione  finanziaria è di 180 milioni di euro, di cui 150 milioni di euro per i progetti di ricerca e sviluppo realizzati nelle regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e 30 milioni di euro per i progetti di ricerca e sviluppo realizzati nelle regioni in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna) a valere sull’Asse I, Azione 1.1.3. del Programma Operativo Nazionale “Imprese e competitività” 2014-2020 FESR. Possono partecipare per una quota non superiore al 35% anche Imprese del Centro-Nord. Il 60% dei fondi disponibili è riservato alle PMI e alle reti di impresa.

Il bando prevede inoltre l’agevolabilità, a condizione che rispettino i requisiti di ammissibilità previsti dal bando stesso, ivi compreso l’avvio del progetto dopo la presentazione della domanda nei termini previsti dallo stesso bando, dei cosiddetti Progetti Seal of excellence, cioè dei progetti di ricerca e sviluppo presentati nella fase 2 del Programma Strumento PMI “Orizzonte 2020”, a cui è stato riconosciuto, nell’ambito dell’iniziativa pilota della Commissione europea Seal of excellence, un sigillo di eccellenza che attesta la valutazione positiva ottenuta dal progetto, ma che non sono stati finanziati per mancanza di un’adeguata copertura finanziaria.

Termini e modalità di presentazione delle domande

Con decreto direttoriale 4 agosto 2016  sono definiti il termine di apertura e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazioni, le condizioni, i punteggi massimi e le soglie minime per la valutazione delle stesse , nonché le modalità di presentazione delle domande di erogazione, i criteri per la determinazione e la rendicontazione dei costi ammissibili e ulteriori elementi utili a definire la corretta attuazione dell’intervento agevolativo.

La domanda di agevolazioni e la documentazione devono essere redatte e presentate in via esclusivamente telematica dalle ore 10.00 alle ore 19.00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a partire dal 17 ottobre 2016, pena l’invalidità e l’irricevibilità, utilizzando la procedura disponibile nel sito internet del Soggetto gestore per la richiesta delle agevolazioni a valere sul bando Progetti di R&S negli ambiti tecnologici di Horizon 2020 – Bando PON I&C 2014-2020.

Le attività inerenti alla predisposizione della domanda di agevolazioni e della documentazione da allegare alla stessa possono essere svolte dai soggetti proponenti anche prima dell’apertura del termine di presentazione delle domande. A tal fine la procedura di compilazione guidata è resa disponibile a partire dal 3 ottobre 2016.

Progetti ammissibili

Possono accedere alle agevolazioni progetti che devono prevedere la realizzazione di attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale per nuovi prodotti, processi o servizi, o notevole miglioramento di quelli esistenti nelle aree:

  • Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC)
  • Nanotecnologie
  • Materiali avanzati
  • Biotecnologie
  • Fabbricazione e trasformazione avanzate
  • Spazio
  • Tecnologie volte a realizzare gli obiettivi della priorità “Sfide per la società” prevista dal Programma Horizon 2020

Beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni:

  • le imprese di cui all’articolo 2195 c.c.;
  • le imprese agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale;
  • le imprese che esercitano attività ausiliarie;
  • i Centri di ricerca con personalità giuridica.

E per progetti congiunti anche:

  • Organismi di ricerca;
  • Liberi professionisti;
  • Spin-off.

Spese ammissibili

Le spese ammissibili non devono essere inferiori a 800 Mila Euro e non superiori a 5 Milioni di Euro per:

  • personale;
  • strumenti e attrezzature;
  • servizi di consulenza;
  • spese generali (25% dei costi ammissibili);
  • materiali utilizzati per lo svolgimento del progetto.

Non sono ammessi titoli di spesa il cui importo sia inferiore a 500 euro al netto di IVA.

Le agevolazioni

Finanziamento agevolato: le agevolazioni sono concesse per una percentuale nominale pari al 20% dei costi ammissibili, senza garanzie, durata 3 preamm. + 8 amm., tasso 0,2 % annuo.

Contributo diretto alla spesa: il contributo diretto alla spesa è pari a una percentuale nominale dei costi e delle spese ammissibili.

Le percentuali per i costi e le spese relative alle attività di ricerca industriale sono le seguenti:

  • 60% per le imprese di piccola dimensione;
  • 50% per le imprese di media dimensione;
  • 40% per le imprese di grande dimensione;
  • 47% per gli Organismi di ricerca;

Per i costi e le spese relative alle attività di sviluppo sperimentale:

  • 35% per le imprese di piccola dimensione;
  • 25% per le imprese di media dimensione;
  • 15% per le imprese di grande dimensione;
  • 22% per gli Organismi di ricerca.

Per progetti in forma congiunta che coinvolgono almeno una PMI e ciascuno dei soggetti proponenti non sostenga da solo più del 70 per cento dei costi complessivi ammissibili è prevista una maggiorazione del 10%.

Per progetti conclusi entro il 31 dicembre 2018 c’è una ulteriore maggiorazione del 5%.

Preleva la scheda sintetica sul Bando Horizon 2020 PON I&C

Richiedi una prima valutazione del progetto da candidare, avvia subito il percorso per accedere alle agevolazioni

OK INIZIAMO

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LASCIATI ISPIRARE!

Per avere sempre a portata di mail informazioni utili per sviluppare e innovare la tua impresa iscriviti alla nostra Newsletter:

Iscrizione