Sostegno alle imprese italiane esportatrici in Ucraina, Federazione Russa e/o Bielorussia

Home / News / Incentivi / Sostegno alle imprese italiane esportatrici in Ucraina, Federazione Russa e/o Bielorussia

La nuova circolare Simest n. 1/394/2022 operativa da 12 luglio, definisce i criteri per ottenere finanziamento a tasso zero e co-finanziamento a fondo perduto fino al 40% su spese e investimenti per le Imprese Italiane esportatrici in Ucraina, Federazione Russa e/o Bielorussia.
La misura si rivolge alle PMI e Mid Cap italiane, costituite in forma di società di capitali, che:
• abbiano depositato almeno 3 bilanci relativi a 3 esercizi completi
• abbiano un fatturato export medio nel triennio 2019-2021 derivante da esportazioni dirette verso Ucraina, Federazione Russa e/o Bielorussia pari ad almeno il 20% rispetto al fatturato totale del triennio;
• abbiano riscontrato un calo del fatturato dalle tre aree che, al termine dell’esercizio 2022, dovrà risultare almeno pari al 20% del fatturato medio realizzato verso le tre geografie nel precedente triennio
Le spese ammissibili sono:
• spese per la realizzazione di investimenti produttivi, anche in Italia;
• spese per la realizzazione di una nuova struttura commerciale;
• spese per consulenze e studi volti all’individuazione di mercati esteri alternativi;
• spese promozionali e per eventi internazionali in Italia e all’estero finalizzati all’individuazione di mercati esteri;
• spese per certificazioni e/o omologazioni di prodotto, registrazione di marchi, brevetti, ecc;
• spese per la consulenza finalizzata alla presentazione della Domanda di Intervento Agevolativo.

Per maggiori dettagli contattate i nostri Gestori Imprese al fine di: valutare la fattibilità, presentare la domanda, seguire la fase istruttoria e la rendicontazione delle spese.

Pubblicato in:

Contatta gli esperti dell’ Agenzia di Sviluppo MENDELSOHN !
i campi contrassegnati con * sono obbligatori.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.