Macchinari Innovativi 2020: esauriti i fondi del primo sportello

TeamAIUTI DI STATO, INNOVAZIONE

Macchinari Innovativi 2020 Mendelsohn

Macchinari Innovativi 2020: già chiuso il primo sportello per esaurimento fondi. Tutte le domande presentate dall’agenzia di sviluppo MENDELSOHN ammesse in graduatoria.

Macchinari Innovativi: il primo sportello per sostenere la trasformazione digitale delle imprese attraverso l’utilizzo delle tecnologie previste nell’ambito del piano Impresa 4.0,  o di favorire la loro transizione verso l’economia circolare è chiuso! 

Lo sportello ha aperto ieri 30 Luglio alle ore 10.00 e alle 17.00 i fondi a disposizione erano già esauriti! Le istanze presentate nel primo giorno di apertura sono tutte ammesse in graduatoria.

Sono ammesse quindi in graduatoria tutte le domande presentate dall’Agenzia di Sviluppo Mendelsohn!

Macchinari Innovativi: il secondo sportello

Per le imprese che non sono riuscite ad accedere, il MiSE ha previsto un secondo sportello nel corso del 2020.

MACCHINARI INNOVATIVI: SECONDO SPORTELLO 2020

Non farti cogliere impreparato!

Contatta gli esperti Mendelsohn per valutare il tuo progetto e presentare domanda per il prossimo sportello!

I Beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le PMI e le reti d’impresa regolarmente costituite e iscritte nel registro delle imprese.

Ogni impresa, o rete d’impresa, può presentare domanda su entrambi gli sportelli, quindi per entrambi gli obiettivi di Macchinari Innovativi 2020: Trasformazione Digitale e Transizione verso l’Economia Circolare.

I programmi di investimento

Il Bando consente l’acquisto di beni che rientrino in programmi di investimento ammissibili, i quali devono:

  • prevedere spese non inferiori a euro 400.000 e non superiori a 3 milioni di euro;
  • essere realizzati esclusivamente presso unità produttive localizzate nei territori delle Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia). 

L’importo minimo può essere raggiunto anche dalle imprese in rete, con investimento pari a 200.000 per impresa partecipante.