Coseco e Invitalia investono 8 milioni a Bari: previsti 35 posti di lavoro

A. TroccoliAIUTI DI STATOLeave a Comment

coseco invitalia

Con i fondi della Legge 181/89 sarà potenziato lo stabilimento di Grumo Appula per la realizzazione di camion, compattatori e mezzi speciali per la raccolta rifiuti

Grazie a Coseco e Invitalia partono dal Sud i camion che puliscono le città del Nord.

Può essere sintetizzato così il progetto messo nero su bianco da Invitalia e Coseco, azienda di Grumo Appula (Bari) che allestisce veicoli e attrezzature per la raccolta dei rifiuti solidi urbani e per la pulizia delle strade cittadine.

L’investimento di Coseco e Invitalia

L’investimento è di 8,2 milioni, di cui 6 concessi da Invitalia attraverso la Legge 181. È prevista la creazione di 35 nuovi posti di lavoro.

Il sito produttivo pugliese sarà ampliato con la realizzazione di un nuovo capannone industriale.

È lì che i camion costruiti da produttori come IVECO arriveranno per essere trasformati in veicoli per raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

Il nuovo capannone sarà dedicato quindi alla realizzazione di compattatori, costipatori, vasche ribaltabili e lavacassonetti.

Verrà inoltre realizzata una nuova linea di verniciatura, che consentirà di svolgere questa fase in modo completamente autonomo e con un più alto livello qualitativo.

Questo comporterà un notevole risparmio di tempo e costi, con evidenti benefici per la competitività dell’azienda.

Il ritmo di produzione potrà essere accelerato.

Aumenteranno i mezzi che, una volta dotati di specifiche attrezzature ed equipaggiamenti tecnologici, entreranno in “servizio” in molte città italiane, incluse Roma e Milano, per spazzare le strade, svuotare i cassonetti, compattare i rifiuti.

Le attività di Cos.Eco.

I clienti di Coseco, infatti, sono infatti soprattutto società municipalizzate distribuite in gran parte d’Italia. Una quota consistente è costituita da città lombarde e piemontesi, oltre a comuni situati in Lazio, Puglia, Campania, Marche e Sicilia.

Una parte dell’investimento (320.000 euro) è destinato a un progetto di innovazione organizzativa. Il progetto consentirà alla struttura aziendale di snellire le prassi operative, in vista dell’aumento dei volumi produttivi.

La dichiarazione di Invitalia

“Questo finanziamento – afferma Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia – conferma il nostro impegno al fianco delle imprese, soprattutto nel Sud, che puntano sull’innovazione per essere più competitive e per conquistare nuove fette di mercato. Grazie alla Legge 181, con la quale interveniamo nelle aree di crisi per favorire il rilancio dei siti produttivi, a Grumo Appula avremo ricadute positive anche in termini di occupazione, con un consistente aumento dell’organico aziendale”.

La dichiarazione dell’impresa

“Il sostegno di Invitalia con la Legge 181 – afferma Filippo Farella, amministratore unico di COS.ECO. INDUSTRIE GROUP SRL – ci consente di realizzare un progetto che permetterà alla nostra azienda di essere presente sul mercato in maniera molto più importante. Colgo l’occasione per ringraziare l’Agenzia di Sviluppo MENDELSOHN, che ci ha proposto questo strumento di finanziamento e che ci ha seguito con i propri consulenti in ogni fase del nostro progetto, fino alla positiva conclusione di oggi”.

LEGGE 181/89, AREA DI CRISI INDUSTRIALE

Vuoi scoprire se il tuo progetto rientra nel programma Legge 181/89? Contatta gli esperti dell’Agenzia di Sviluppo Mendelsohn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *