Bus elettrici PNRR

Home / News / Ambiente / Bus elettrici PNRR

Ancora una volta sono i contratti di sviluppo lo strumento scelto per erogare i fondi del PNRR. In questo caso si tratta dello sportello speciale (apre il 26 aprile) dedicato al sostegno di investimenti coerenti con le finalità della Misura M2C2 del PNRR, Investimento 5.3 “Sviluppo di una leadership internazionale, industriale e di ricerca e sviluppo nel campo degli autobus elettrici” del Piano nazionale di ripresa e resilienza.
I programmi possono riguardare:
• l’ottimizzazione e produzione di sistemi di trazione elettrica;
• lo sviluppo e la produzione di nuove architetture di autobus e delle loro componenti;
• la creazione e/o l’ottimizzazione di filiere industriali per la produzione di componentistica per autoveicoli per il trasporto pubblico e lo sviluppo e l’industrializzazione di nuove tecnologie IoT applicate al trasporto pubblico, di sensori e sistemi digitali, anche integrati nei singoli componenti del veicolo, per il monitoraggio continuo e la manutenzione predittiva, la guida assistita, la gestione delle flotte, la sicurezza dei trasporti, il dialogo bus-terra;
• lo sviluppo, la standardizzazione e l’industrializzazione di sistemi di ricarica, nonché lo sviluppo di tecnologie finalizzate alla produzione di sistemi per la “smart charging” di autobus elettrici.

Il bando prevede anche la retroattività, riferita a domande già presentate a Invitalia che risultino sospese per carenza di risorse finanziarie o il cui iter valutativo risulti avviato ma che non siano tuttora destinatarie di provvedimenti di concessione di agevolazioni. In questo caso i programmi non dovranno essere stati avviati antecedentemente alla data del 1° febbraio 2020.

Mendelsohn è la società leader in Italia per contratti di programma e di sviluppo presentati.

Pubblicato in: , ,

Contatta gli esperti dell’ Agenzia di Sviluppo MENDELSOHN !
i campi contrassegnati con * sono obbligatori.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.